10
Mar
10

lega made in china

L’ultima esilarante contraddizione della Lega la ritroviamo nella campagna del ministro dell’agricoltura nonchè candidato per la regione veneto Luca Zaia, che , probabilmente sotto l’effetto dell’alcol assunto in qualche fiera/comizio, ha acquistato migliaia di gadget “made in china”.
Del contraddittorio episodio ricordiamo i bellissimi cappellini verdi con scritto “amo il veneto” con all’interno una imbarazzante e vistosa etichetta che assicura al consumatore la tracciabilità (tanto amata dal signor Zaia), peccato che stavolta non si tratti di DOP o IGP (adorati da Zaia, specie se si tratta di rosso).

Tanto per avere le idee chiare e conoscere la realtà riguardo questi personaggi:
Zaia e il nano malefico fannullone Brunetta sono accusati di viaggiare in aereo a spese dello Stato per la loro sporca campagna elettorale camuffata da impellenti compiti istituzionali. Questo “la Padania” non ce lo dice.

Annunci

0 Responses to “lega made in china”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: